CONVERTIRE IL BURRO IN OLIO

CONVERTIRE IL BURRO IN OLIO

COME CONVERTIRE IL BURRO IN OLIO: GUIDA PRATICA

Convertire il burro in olio è possibile? si.
Sebbene sia un condimento di derivazione vegetale l’olio extravergine di oliva può sostituire il burro.

È possibile farlo anche nelle preparazioni di ricette tradizionalmente a base di burro?
Si, ed il risultato sarà sorprendente per quanto riguarda sapori,  profumi, e leggerezza oltre che ad essere un vero toccasana per il nostro benessere.
Possiamo quindi affermare che la conversione burro olio è semplice, genuina e gustosa.

DOSAGGI

Se siete arrivati a leggere sin qui sicuramente vi starete chiedendo come capire quanto olio si deve usare per sostituire il burro e quindi in che dosi?
Dovete usare il 20% in meno di olio extravergine d’oliva rispetto al burro.
La quantità di olio di oliva extravergine sarà quindi modesta.

Ecco a voi alcuni pratici esempi utili a schiarirvi le idee rispetto alla possibilità di convertire il burro in olio:
1) 100 grammi di burro sono pari ad 80 grammi di olio extravergine.
2) 50 grammi di burro sono pari 40 grammi di olio.
3) 30 grammi di burro sono pari a 24  grammi di olio.
4) 15 grammi  sono pari a 12 grammi di olio, poco più di un cucchiaio di olio,

Vuoi sapere a quanto corrisponde un cucchiaio di olio e a quante kcal? Clicca qui.

Sostituire il burro con l’olio: in quali pietanze?
L’olio evo al posto del burro può essere usato sia nella cucina salata che in quella dolce.
Si può usare l’olio extravergine di oliva per preparare una versione più leggera e salutare di diverse salse  risotti e dolci.

Puoi vedere alcune nostre ricette a base di olio evo oppure acquistare qui il nostro olio.

In pasticceria, l’utilizzo dell’olio piuttosto che del burro è ideale negli impasti, lievitati e non, rendendo tali pietanze più leggere, digeribili e godibili anche a chi, intollerante al lattosio, si è visto privare della possibilità di gustare alcuni dolci tradizionalmente preparati con burro.
Il nostro suggerimento è quello di scegliere un olio evo delicato nella preparazione dei dolci o in senso lato nell’ambito della pasticceria.

CALORIE E NON SOLO.

Condimenti a confronto, facciamo i conti
Se usassimo l’aritmetica pura dovremmo affermare che cento grammi di extravergine hanno 899 Kcal, cento grammi di burro 758 Kcal.
Questo, in apparenza, ci porterebbe a pensare che il burro sia più salutare dell’olio o comunque meno calorico.

Ma è necessario considerare che nella sostituzione abbiamo già un abbattimento delle calorie, come abbiamo affermato in precedenza per cento grammi di burro basteranno ottanta grammi di olio evo (80g di olio) e così via, portando ad una riduzione delle kcal per pietanza.

Inoltre, se ragionassimo in termini meramente salutistici, dovremmo analizzare le caratteristiche e le proprietà nutrizionali dei due condimenti.
In 100 g di burro ad esempio sono presenti 49 g di grassi saturi, in 100 g di olio solamente 15 g.
Il burro contiene colesterolo, l’olio evo invece aiuta a combatterlo.

L’olio ha anche un punto di fumo, temperatura alla quale un grasso alimentare inizia a rilasciare sostanze volatili potenzialmente dannose, più alto. Quindi è più indicato friggere con l’olio extra vergine d’oliva.
L’olio è più digeribile, infatti aiuta esso stesso i processi digestivi e l’assimilazione dei nutrienti di altri alimenti.

Oltre ad essere, come abbiamo visto un toccasana, è di origine completamente vegetale, indicato quindi per tutti i regimi alimentari privi di lattosio, vegetariani e vegani.

Visita il nostro blog per ricevere ulteriori info sul mondo dell’olio.
Visita il nostro shop per acquistare il nostro olio in diversi formati e gusti.
Visita il nostro ricettario per vedere come sostituire il burro nelle ricette.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + quindici =