Come si frangono le olive?

La fase di frangitura è molto importante per ottenere un buon olio extravergine d’oliva.
Questa fase può essere effettuata attraverso delle molazze in granito o con i frangitori a dischi o martelli, con i frangitori a dischi è possibile regolare la finezza della pasta che si vuole lavorare (questo macchinario agevola il frantoiano) abilità specifiche, invece, ci vogliono per quanto riguarda la pasta lavorata all’interno delle vasche in granito.
A seguito di questa fase, quella della rottura delle olive, la pasta ottenuta verrà trasportata all’interno delle gramole dove ci sarà la gramolazione o gramolatura.
La gramolazione è altrettanto importante perché permette attraverso il rimescolamento, lento e continuo, della pasta l’aggregazione delle gocce dell’olio; questa fase deve avvenire tra la temperatura di 20 e 27 °.
Dulcis in fundo abbiamo la separazione finale, se vuoi saperne di più sulla separazione finale non ti resta che seguirci e guardare il prossimo video.

Tommaso Gaeta imprenditore oleario.